Il mercato

Prima e dopo il Consorzio

Tradizionalmente i punti di approvvigionamento di fichi per il mercato Italiano sono sempre stati Puglia, Sicilia, Calabria oppure per provenienze estere Grecia, Turchia, Marocco e Spagna. Premesso questo è ovvio intuire come un prodotto così difficile come il fico crei dei seri problemi alla logistica ed al trasporto, ma ancor di più alla commercializzazione.

IL MERCATO DEL FIGOMORO FRESCO

Il mercato del prodotto al momento della nascita del Consorzio, su base Italia del Nord, era quasi inesistente, il che era ovviamerte dovuto alla difficoltà nella vendita al dettaglio del prodotto fresco, che era presente solo in rari negozi di nicchia vicini a zone di produzione oppure in qualche modo legati alle forniture casuali del contadino che in quel momento aveva disponibilità di prodotto.

Su questa scorta si è scelto di collaborare con la grande distribuzione per poter in qualche modo aver dei numeri di vendita sui quali contare e per poter avvalersi delle loro strutture specializzate.

Il primo contatto è avvenuto con la Coop Nordest di Fiume Veneto, che si avvaleva di una piattaforma di una cinquantina di negozi.
Testato, verificato e messo a punto il sistema ideale di commercializzazione, oggi i clienti sono:

packaging-confezioni-fichi

Coop Nordest sede di Fiume Veneto;
Gruppo A&O, Famila, Cadoro serviti da Unicomm di San Pietro in Gu;
supermercati Poli di Trento;
OpoVeneto di Zero Branco;
Esperides, grossista locale di Cordignano

Per questi clienti la consegna avviene entro 16 ore al massimo dalla raccolta.

Il Consorzio vende solo FigoMoro da Caneva, consegnato in padelle personalizzate di cartone da 30x40, dal peso orientativo da 2,5 a 3kg, oppure confezioni monodose da 330gr (netto garantito) imballate con un personalissimo packaging che riproduce una foglia di fico. Il packaging adottato è frutto di uno studio in continua evoluzione, che vuole evidenziare la valenza di freschezza e genuinità del prodotto, che noi ci ostiniamo a definire “oltre il biologico”.

IL MERCATO DEL TRASFORMATO

Il mercato del trasformato è un mercato assolutamente diverso da quello del prodotto fresco.

La vendita non viene fatta su GDO, bensì su boutique altamente specializzate di prodotto, data la natura pregiata dello stesso. Sottolineiamo che è filosofia del Consorzio produrre un prodotto estremamente “puro”, integro, di eccellenza, ne è garanzia il fatto che venga lavorato in un’officina di trasformazione che non ha obblighi di rispetto di budget, in grado quindi di garantire la massima qualità del prodotto, prodotto che è unico, naturale, non si avvale di additivi e con la ricetta dei componenti “cortissima”.

I nostri prodotti al momento sono 16, normalmente a magazzino, ad eccezione di prodotti stagionali (come il Cioccofigo e le Gelèe). Il mercato del trasformato è stato a lungo sondato per capire l’interesse e testare i prodotti. In questo frangente sono stati da noi scelti alcuni partner commerciali, ai quali abbiamo dato la possibilità di vendita, seguendo anche in questo la filosofia del Consorzio che non ha interesse di lucro bensì di qualifica dell’offerta.

Con questo sito il Consorzio offre la possibilità di comprare anche on line, gli ordini vengono evasi mediamente in settimana attraverso i corrieri nazionali.

fichi-freschi